Marteggia, un progetto tra cultura e ambiente

print this page

Marteggia "dorme" sopra un patrimonio storico, archeologico e ambientale di grande interesse.
Questo patrimonio, è stratificato e custodito in un ambiente naturale particolare, dove si sono depositati i segni di una avventura millenaria di trasformazioni ambientali e antropiche: dal popolamento preistorico alle ingressioni lagunari sulla via Annia, dalla politica idraulica veneziana alla bonifica del Novecento; ambiente preservato da una urbanizzazione lenta e raccolta, convive ancora con una millenaria precarietà idraulica.
Caratteristica eccezionale di questo patrimonio  è di essere per gran parte invisibile ad un vsitatore della campagna, ma di godere, contemporaneamente, di una copiosa documentazione, prodotta fino a poco tempo fa proprio a Marteggia dal Centro di Documentazione Pavanello.
Questi sono gli elementi di un progetto, per pensare Marteggia come il luogo dove l'archeologia (la via Annia), il cambiamento ambientale (laguna, palude e bosco, bonifica), la memoria della vita e del lavoro degli abitanti, con il loro paesaggio, possono diventare la materia e il territorio di un unico itinerario (piedi, bici, web); per incontrare in un micro-territorio come Marteggia la trama della storia degli uomini e del loro ambiente.
Nel 2011 abbiamo prodotto una prima guida ("Marteggia invisibile") articolata in 5 pannelli dislocati in vari luoghi di Marteggia, accompagnati da un Fascicolo-guida riassuntivo. Questo lavoro può essere il punto di avvio per un nuovo progetto che punti sul coinvolgimento degli abitanti